Calendario

<<  Giugno 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

congresso_agronomi"La Sicilia, un continente di eccellenze: opportunità e sviluppo". E’ questo il titolo del 6° Congresso regionale dell’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali che si è tenuto nell’agrigentino, a Sambuca di Sicilia, il Borgo più bello d’Italia.

Una tre giorni, dal 18 al 20 novembre, dedicata all’individuazione di azioni e strategie finalizzate allo sviluppo locale e di cooperazione sociale in agricoltura con esperti del settore e con istituzioni nazionali e regionali. Era presente anche l’IRVO con il suo direttore generale, Vincenzo Cusumano: “La figura dell’agronomo – ha esordito – è centrale in questo momento di svolta dell’agricoltura siciliana verso i temi dell’innovazione e della sostenibilità”.

L’accento è stato poi puntato da Cusumano sul “mondo” olio: “La nuova programmazione OCM ha previsto l’incentivazione di iniziative di formazione e comunicazione dell’olio siciliano. Si tratta di una strategica leva di promozione dell’intero bacino agroalimentare regionale, essendo base della Dieta Mediterranea, riconosciuta patrimonio dell’umanità dall’Unesco. La Sicilia – prosegue il direttore - ha già ottenuto importanti risultati sulla certificazione dell’olio IGP Sicilia suscitando interesse tra i produttori e i frantoiani, raggiungendo una richiesta di assoggettamento pari a mille e 100 unità produttive di filiera”.

Da qui l’importanza di accedere a risorse europee per finanziare “nuovi processi di ricerca ed innovazione, l’implementazione di regimi di qualità che, - conclude Cusumano - accanto ai protagonisti dei territori, continueranno a rappresentare le basi su cui puntare per un’efficace rimando alla Sicilia nei processi comunicativi sul cibo e sulla gestione umana delle risorse del pianeta”.

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information