Calendario

<<  Ottobre 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

doc_siciliaNovità sul fronte della Doc Sicilia. Nasce il nuovo disciplinare. Più tutela e valorizzazione delle produzioni vinicole certificate sono gli aspetti sostanziali. Viene rafforzata soprattutto la filiera vitivinicola, secondo quanto proposto dal Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia, imponendo l’obbligo di imbottigliamento sull’Isola.

Si intende così ridurre la quantità di vino sfuso venduto oltre stretto e indurre le aziende interessate ad imbottigliare vino Doc siciliano, ad investire in Sicilia in nuovi impianti o a stringere accordi commerciali con aziende già esistenti determinando una notevole ricaduta in termini di incremento di valore economico sul territorio. “Si tratta di interessanti novità e cambiamenti, – commenta il commissario straordinario dell’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia, Antonino Di Giacomo Pepe – che mireranno sicuramente a valorizzare ulteriormente il prodotto vitivinicolo siciliano dando ai produttori/imprenditori nonché ai consumatori finali maggiori garanzie. Una svolta che mira a rafforzare un comparto, un territorio, un brand. L’IRVO è stato impegnato e coinvolto nella relazione tecnica e nelle analisi chimico-fisiche ed organolettiche”.

 

Il nuovo disciplinare, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in questi giorni e che sostituisce quello in vigore dal 2012, c’è tempo sino a 60 giorni per apporgli eventuali modifiche. Superato tale termine sarà esecutivo e sostituirà integralmente il vecchio disciplinare. Tra le altre novità, contenute in 44 pagine, l’introduzione di nuove varietà di uve, introduzione della tipologia Superiore e Riserva, possibilità di produrre spumanti, passiti e vini da vendemmia tardiva a marchio Doc Sicilia. “Sono molto orgogliosa dei progressi che registra il settore vitivinicolo – dichiara Rosaria Barresi, Assessore Regionale dell’Agricoltura - Già da qualche anno, e nella veste di Dirigente Generale dell'Assessorato, ho sostenuto la necessità di sostenere un rafforzamento della cultura d'impresa nel settore consapevole che, grazie alla buona qualità dei nostri vini, i produttori capaci di investire e di innovare, avrebbero trovato riconoscimento, meriti e mercati per i loro prodotti. I risultati – prosegue Barresi – mi confortano nella strada intrapresa e mi convincono sempre di più a sostenere l'imbottigliamento dei vini, attraverso azioni che stimolino le aziende meno competitive ad  investire nella innovazione e nella commercializzazione dei propri vini”.


We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information